La tisana della buonanotte: quale bere sul divano

Dormire bene è fondamentale per la propria salute psicofisica. Dall’aumento della concentrazione fino alla prevenzione di alcuni disturbi, i vantaggi che derivano da un sonno ristoratore sono davvero tanti. Ecco perché è molto importante rispettare alcune regole che possono migliorare la propria qualità del sonno.

A tal proposito, particolarmente funzionali possono essere le tisane, un rimedio naturale in grado di apportare una serie di benefici al nostro organismo.

Andiamo a scoprire insieme quindi quali sono le tisane della buonanotte più efficaci.

Perché bere una tisana prima di andare a dormire

Le tisane contengono alcune erbe che a loro volta sono composte da molte sostanze capaci di favorire il rilassamento e ridurre la tensione. Si tratta quindi di un ottimo rimedio, totalmente naturale, per facilitare il sonno.

Quali sono le tisane per dormire meglio

Sul mercato si possono trovare molti esempi di piante in grado di alleviare i sintomi legati all’insonnia, ognuna delle quali ha caratteristiche differenti.

Tra le più diffuse c’è senza dubbio la tisana alla camomilla, una tipologia realizzata con i seguenti ingredienti:

  • Biancospino comune fiori 20 g
  • Tiglio fiori 20 g
  • Arancio amaro fiori 10 g

Per la preparazione di questa tisana è necessario innanzitutto miscelare le piante. Dopodiché bisogna versare dell’acqua bollente su tale miscela e, dopo aver coperto il recipiente, bisogna lasciare il tutto per qualche minuto per l’infusione. Dopo aver filtrato la tisana, si potrà finalmente gustarla.

Questa tipologia comporta numerose conseguenze positive. Ad esempio, il biancospino contenuto in essa è un ottimo rimedio per chi soffre di palpitazioni cardiache. In generale risulta essere un buon alleato contro l’ansia.

Un altra tisana che può aiutare a rilassarsi e a dormire meglio è quella alla melissa. Ecco quali sono i suoi ingredienti principali:

  • foglie di melissa
  • zenzero
  • miele

Per realizzarla basta lasciare per circa 10 minuti in infusione le foglie di melissa. Lo zenzero non deve superare 1 centimetro di spessore. Aggiungendo il miele nella tazza, la tisana è pronta per essere bevuta. Oltre a tutti i benefici relativi al sonno, questa tipologia di tisana consente anche di ridurre il gonfiore allo stomaco e di alleviare i sintomi legati al ciclo mestruale. Per sfruttare al massimo i benefici della tisana alla Melissa può essere utile berla nei periodi in cui, al risveglio, ci si sente particolarmente stanchi.

La tisana alla valeriana è un ottimo rimedio contro l’emicrania e la tachicardia, ma viene consigliata anche per facilitare il sonno. Per prepararla bisogna far bollire 200 ml di acqua e, in seguito, versare il tutto sulle radici della valeriana. Infine, bisogna lasciare tutto in infusione per circa 10 minuti.

Chiudiamo con la tisana alla passiflora, una tipologia composta da sostanze benefiche capaci di depurare l’organismo e aiutare il corpo a rilassarsi. Inoltre è un buon metodo anche per alleviare depressione e irritabilità.
Per ottenere una tisana alla passiflora, è necessario procurarsi i seguenti ingredienti:

  • 30/40 gr di foglie di passiflora
  • fiori di tiglio
  • miele

Dopo aver preparato un pentolino di acqua calda, bisogna immergerci dentro le foglie di tiglio e di passiflora per l’infusione. A questo punto, bisogna solo versare il tutto nella tazza e aggiungerci il miele.

Controindicazioni delle tisane

Abbiamo visto quali sono i benefici delle tisane della buonanotte, ma è importante sottolineare che ad esse sono associate anche una serie di controindicazioni. Infatti, pur trattandosi di sostanze naturali, in alcuni casi possono essere dannose per la salute.

Ad esempio un uso eccessivo della tisana alla melissa può portare all’insorgere di palpitazioni. In questo caso la quantità giusta è di due tazze a settimana.

Un sovradosaggio di valeriana invece può portare non solo ad un aumento della pressione e a brachicardia, ma può favorire anche l’insonnia. Inoltre questa tipologia di tisana è sconsigliata per i bambini sotto i sei anni e per le donne in gravidanza.

In generale bisogna fare attenzione a bere tisane in concomitanza con alcuni farmaci. In questo caso è necessario consultare sempre un medico.

Al fine di assicurarsi prodotti sicuri, che non siano pericolosi per la propria salute, è opportuno acquistare le tisane da rivenditori affidabili.

Inserisci un commento